28 gennaio 2018 - Primo contatto

Mercedes CLS 53 AMG

Il salone di Detroit, in chiusura questo fine settimana, ha riaperto la stagione dei grandi eventi internazionali del mondo automobilistico di questo 2018. Vero è che da qualche anno il notevole successo del CES di Las Vegas anticipa e ruba la scena con la presentazione di tecnologie all’avanguardia che vedono trai i protagonisti anche i costruttori di automobili. Tuttavia, data la sua lunga storia e tradizione (la prima edizione è del 1907), resta di fatto la principale vetrina di inizio anno, malgrado l'assenza di Porsche, oltre ad altri importanti costruttori come Tesla, Jaguar e Land Rover. Mercedes, invece, ha presentato diverse novità: dalle versioni 53, pensate per la sportiva CLS e la classe E, per passare all’anteprima del nuovo modello di classe G e GLS.

Focalizzandoci sulla AMG 53 CLS, vediamo come la sportiva si arricchisce di un motore elettrico ausiliario al motore termico a benzina. Scelte in linea con il mercato che sempre più si arricchisce di soluzioni ibride ed elettriche, privilegiando coppia e riduzione di emissioni inquinanti. La vettura è equipaggiata dal nuovo sei cilindri in linea 3.0 benzina turbocompresso con EQ Boost, gestito da un impianto elettrico supplementare e dedicato a 48 Volt. La potenza totale è pari a 435 CV e 520 Nm e l'unica trasmissione disponibile è quella integrale 4Matic+ Performance AMG con cambio automatico Speedshift Dct AMG a nove marce. La trazione integrale permette di ripartire dinamicamente la coppia sui due assi in maniera completamente variabile attraverso una frizione a regolazione elettromeccanica: ciò significa che le ruote motrici possono essere solo due; la gestione è completamente affidata ad un software automatico e non è prevista un’impostazione manuale. La CLS 53 tocca i 250 km/h di punta massima autolimitati (270 km/h se si sceglie il Driver's Package opzionale) e passa da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi, mentre il consumo medio è pari a 8,4 l/100 km e 200 g/km.

Il sistema EQ Boost ha le funzioni di alternatore e motorino di avviamento, generando una potenza di 16 kW e 250 Nm. Viene installato tra motore e cambio e non essendo vincolato, come il turbo ad aspettare che i gas di scarico lo attivino, è in grado di attivarsi istantaneamente al momento opportuno per guadagnare o recuperare velocità più rapidamente. EQ Boost implementa anche funzionalità ibride più tradizionali funzionando come recupero di energia e gestendo le fasi di spegnimento e riavvio del propulsore con funzionamento Start&Stop.

L'assetto prevede di serie il sistema Ride Control+ AMG pneumatico multicamera autolivellante. La gestione delle sospensioni è integrata dal Dynamic Select secondo le modalità di guida Eco, Confort, Sport, Sport+ e Individual, che intervengono anche su motore, servosterzo e i sistemi di assistenza alla guida. L'impianto frenante propone dischi anteriori da 370 mm, con pinze a quattro pistoncini e posteriori da 360 mm con pistoncino singolo. Come prevedibile, la vettura è soggetta a modifiche estetiche quali la mascherina Twinblade con finitura nera, il kit aerodinamico con diffusore posteriore, i terminali di scarico sdoppiati, e cerchi in lega da 19", con l'ulteriore opzione della variante da 20".

Gli interni sono ricchi di soluzioni esclusive, ad esempio, il volante Performance AMG è specifico di questo allestimento, così come i sedili ad alto contenimento, le cinture di sicurezza di colore rosso e le finiture della plancia, disponibili in fibra di carbonio o in fibra di vetro argento opaco. Nonché può essere dotata in opzione dei programmi Energizing che regolano e personalizzano la climatizzazione, il massaggio dei sedili, l'illuminazione e l'impianto audio, pensati quali trattamenti benessere. L’Edition 1, caratterizzata dal pacchetto Copper Art, è la serie limitata, dedicata al lancio, che aggiunge: interni in pelle Nappa di colore nero con cuciture rame, riprese nei dettagli dei braccioli, dei pannelli delle porte e dei tappetini. Il rame domina poi nella trama della fibra di carbonio delle finiture della plancia e del volante. Come tocco finale l’illuminazione interna prevede 64 tonalità, e si ha l'orologio analogico IWC.

La AMG 53 CLS si conferma quale sportiva lussuosa e raffinata in perfetto stile Mercedes.

di Ivan Buffagni

Le foto

Altri articoli