29 dicembre 2017 - Primo contatto

Morgan EV3

La magia del Natale conquista tutti, anziani e fanciulli, appassionati di motori o meno, ma diversi sono i regali che riceviamo o sogniamo. Così nel giorno di Natale, il mio cuore nostalgico e reazionario non può che portarmi a pensare a Malvern e farmi sognare di trovare, non tanto sotto l’albero quanto in garage, un’eccentrica creazione made in Morgan. Come prevedibile il garage è apparso quanto mai invariato, ma i desideri non si assopiscono. Non resta altro che scrivere del nuovo modello di Morgan 3-Wheeler, già presentato lo scorso anno ma di cui è stata confermata solo una settimana fa l’entrata in produzione, da giugno 2018, così da mettermi avanti per i regali del prossimo Natale.

Ad essere esatti la 3-Wheeler non è la prima Morgan elettrica. Infatti, già nel 2012 era stata presentata una versione della Plus 8 con motore elettrico. Tuttavia, tale modello fu costruito come prototipo più per fini di ricerca, il progetto fu finanziato anche da fondi governativi britannici, e per sondare il terreno per comprendere opinioni e reazioni ad una Morgan di questo tipo. La Plus E fu sviluppata in collaborazione con Zytek e Radshape, equipaggiata con un motore Zytek E Drive da 70kW che garantiva alla leggera Morgan di raggiungere 185 km/h di velocità di punta con un’accelerazione sullo 0-100 di 6 secondi. Il tocco pienamente Morgan era la presenza di una tradizionale trasmissione a cinque rapporti, superfluo nelle auto elettriche. La scelta era stata motivata adducendo che la trasmissione avrebbe consentito al motore elettrico di lavorare con maggiore efficienza e avrebbe garantito una migliore esperienza per il guidatore.  

Ad ogni modo, la Morgan è maestra nell’unire antico e moderno ed ora, seppur con piccoli ritocchi al design, è pronta a commercializzare concretamente la sua prima auto elettrica che sarà la Morgan EV3. La 3-Wheeler è venduta dal 2012 ed è la riedizione di quella costruita dalla Morgan fra il 1932 e il 1952 e pare che non andrà tanto presto in pensione. La vettura presenta alcune modifiche: il telaio tubolare in alluminio è più rigido ed è completato da una carrozzeria che fa uso di fibra di carbonio, altra novità (sarà la prima Morgan ad utilizzarla per contenere il peso complessivo in meno di 500 kg). Con queste modifiche è pronta a sostituire il classico motore bicilindrico, collocato sul frontale, con un’unità elettrica da 57 Cv, alimentata da una batteria agli ioni di litio da 21 kWh. Il progetto è realizzato con la Frazer-Nash Energy Systems, un’azienda inglese che realizza motori elettrici, batterie e altri organi meccanici per auto ibride o elettriche. Le prestazioni non sono ancora state confermate ufficialmente, tuttavia l’auto dovrebbe essere in grado di portarsi da 0 a 100 km/h in poco meno di 9 secondi e raggiungere una velocità di punta sui 140-150 km/h. L’autonomia si attesta invece sui 190 km. Prestazioni inferiori rispetto all’attuale versione europea euro 4 che si attesta su 7 secondi (la versione americana, euro 3, si attesta invece sui 6 secondi) per 185 km/h di velocità di punta.

Il prezzo di partenza sarà più o meno equivalente a circa 35 mila euro, ma potrebbe essere superiore. Inoltre, ancor prima che sia nata, c’è già una versione speciale per il lancio, limitata ad appena 19 esemplari e denominata “EV3 UK 1909 Edition”. Sarà venduta dalla catena inglese di negozi di lusso Selfridges e si caratterizzerà per la verniciatura in nero lucido con particolari in color bronzo, dettagli esterni unici, infine finiture in legno ed alluminio specifiche per gli interni. Selfridges si occuperà inoltre di realizzare abbigliamento e bagagli su misura per l’auto.

Considerando che la produzione sarà di circa due esemplari al mese e che a Malvern sono già arrivati 60 ordini, l’attesa per chi decidesse di acquistarne una appare già lunga.  

di Ivan Buffagni

Le foto

Altri articoli