29 ottobre 2017 - Primo contatto

Mercedes Classe X

Tra i nuovi modelli che nel prossimo mese debutteranno nelle varie concessionarie, siamo in attesa anche della Mercedes classe X. Ad una prima occhiata un’auto del tutto sui generis perché la si osserva e ci si interroga su cosa centri l’immagine premium delle auto dell’aristocratica stella a tre punte con lo scopo lavorativo di un pick-up. Ancor più, si è incuriositi dalle sicure e ottimistiche dichiarazioni dei responsabili della casa. Durante le presentazioni ufficiali hanno annunciato che la classe X imporrà, nientemeno che, un nuovo standard per questo segmento. 

 

Se riflettiamo più nel dettaglio alcune contraddizioni decadono facilmente: Mercedes ha una lunga tradizione in fatto di veicoli commerciali di successo e per questo la classe X si può porre come cerniera tra i veicoli commerciali, le comode berline e la veterana classe G. L’idea di fondo del progetto è tratta dalla trasformazione dei SUV: in principio erano vetture pensate principalmente per il fuori strada, per sopportare la fatica e risultavano però alquanto rozze, mentre oggi sono diventate auto di tendenza. I più acclamati crossover sono pensati principalmente per vivere, ben poco avventurosamente, nei quartieri alla moda delle città. Secondo Mercedes è in quest’ottica che dovrebbe collocarsi la chiave di lettura del suo moderno pick-up.

Di certo in Italia è meno evidente, tuttavia secondo alcune vociferate previsioni per il futuro il mercato dei pick-up, in barba all’attenzione per la riduzione dei consumi, dovrebbe aumentare di un 30% nei prossimi 5-10 anni. Questi numeri hanno convinto i vertici dell’esistenza di uno spazio libero da colmare con la classe X.

 

Trattandosi di un modello nuovo per la gamma, non stupisce che nasca da accordi di collaborazione con Renault-Nissan. La Mercedes Classe X riprende la meccanica e la carrozzeria della Navara NP300, con qualche modifica sulla mascherina e sul fascione paraurti, più simile ai modelli stradali. Le dimensioni sono ragguardevoli, 534 in lunghezza per 192 di larghezza.

Se risultano più che comparabili nella sostanza, la vera differenziazione sarà nelle personalizzazioni riservate alla carrozzeria, e la maggior qualità percepita negli interni che riprende le stesse forme della Classe C. In particolare si nota: la strumentazione analogica e il tablet centrale, mentre la console centrale ospita le inedite doppie bocchette di aerazione, la leva tradizionale del cambio automatico e il comando rotante con touchpad dell'infotainment. Sono previsti diversi livelli di finitura e varie combinazioni cromatiche in base all'allestimento, inclusi i rivestimenti di pelle, con una gamma di opzioni che si profila molto vasta. Completano la dotazione dispositivi di assistenza alla guida come l'Active brake assist, il Lane keeping assist, il Trailer stability assist e il Traffic sign assist.

 

La classe X sarà disponibile nelle versioni 2.3 diesel da 163 CV o 190 CV, mentre il V6 diesel sarà introdotto nel corso del 2018 e recherà in aggiunta il Dynamic Select con cinque diverse modalità di guida: Comfort, Eco, Sport, Manual e Offroad. Alla trazione integrale 4Matic con ridotte e alle versioni a trazione posteriore si aggiungerà inoltre il prossimo anno anche il sistema 4WD permanente sulla V6. La trasmissione prevede la scelta tra cambio manuale a sei marce e automatico a sette rapporti. Da segnalare, inoltre che per alcuni mercati come Dubai e Marocco, sarà proposto anche un motore benzina da 165 CV. Per tutte le versioni è prevista l'adozione di regolazioni specifiche dell'assetto con sospensioni indipendenti, così da offrire un livello di confort in linea con gli standard Mercedes-Benz.

Ricordandoci che parliamo di un pick-up, Mercedes pone l’accento sulle doti specifiche di forza bruta della classe X. La portata è pari a 1,1 tonnellate, mentre la capacità di traino raggiunge le 3,5 tonnellate con il vano posteriore, dotato di illuminazione e di una presa standard da 12 Volt, che può ospitare agevolmente un Euro-Pallet.

 

L’aspetto in parte emblematico è che questo pick-up non sarà commercializzato negli Stati Uniti. La ragione è che è un mercato più maturo dove sono già stati fatti esperimenti di questo tipo in chiave premium, come Cadillac con la Escalade EXT e non solo, che sono, seppur in diversa misura, tutti falliti. Inoltre la classe X risulterebbe piccola e non adatta al gusto statunitense per cui, al meno per il momento, non sono previsti investimenti per realizzare modelli più grandi per gli Stati Uniti ce resteranno esclusi dalla rivoluzione Mercedes.

 

La classe X avrà un prezzo di partenza attorno i 40000 € e sarà disponibile tra poche settimane nelle concessionarie. Seppur augurando il più grande successo a questo pick-up di pura innovazione, credo che con tutte le possibilità di investimento, innovazione e miglioramenti nei vari settori dell’automotive, di un pick-up premium non avremmo sentito la mancanza.

di Ivan Buffagni

Le foto

Altri articoli