6 settembre 2017 - Primo contatto

Mini Electric Concept

Le porte della rivoluzione elettrica sono aperte e anche la casa automobilistica Mini vuole restare al passo con la concorrenza. Nel 2019 infatti la Mini elettrica sarà sul mercato e, per non farci mancare nulla, la Mini Electric Concept sarà già visibile al Salone di Francoforte che si terrà a partire dalla prossima settimana (14-24 settembre).

 

Come tutte le Mini, anche la versione elettrica punta molto sul fattore estetico e, per richiamare l’attenzione dell’osservatore, il marchio “E” trova posto sia sul retro degli specchietti, sia sul tappo della ricarica, sia sulle portiere. L’aerodinamica è notevolmente migliorata, col fine di ottimizzarne l’efficienza, dunque l’autonomia, donandole un carattere sportivo ed accattivante. Fra gli accorgimenti adottati vi sono le maniglie a scomparsa, carenature laterali atte a limitare le turbolenze nell’intorno del veicolo e cerchi in lega dalla geometria asimmetrica. Essendo questo un concept, non ci aspettiamo che tutte queste stranezze vengano effettivamente montate sul modello di serie, tuttavia sono armi potenti con le quali sorprendere o sbaragliare la concorrenza.  

 

Le luci al led tonde ovviamente non possono mancare, ma i designer hanno arricchito il tutto con giochi di luci e di forme, inserendo, ad esempio, la doppia croce della bandiera britannica nei fanali posteriori (come già visto sulla concept della Carrozzeria Touring), mentre in quelli anteriori si riporta la “e” di electric. Troviamo giochi cromatici  anche nella carrozzeria, con continui contrasti fra le vernici di fondo opache (una novità rispetto alle versioni di Mini precedenti) ed i dettagli evidenziati con vernici più elettriche, che creano così un contesto futuristico.

 

Per un’auto che punta tutto sulla tecnologia anche la stampa in 3D è rientrata nel progetto Mini Electric, dove le finiture sono state pensate ad hoc per questo tipo di produzione, semplificandola di molto, visto che la stampa 3D va a ridurre drasticamente il numero dei componenti. Mini ha testato, e continuerà a farlo, più di 600 esemplari, sparsi in tutto il mondo, per raccogliere il maggior numero di dati possibili.

 

BMW-Mini assicurano una guida sportiva in stile go-kart, simbolo di tutti i modelli Mini, e per darci un assaggio di questo cambiamento hanno introdotto la versione ibrida sul modello Mini Coutryman, destinata ad essere l’anello di collegamento fra la nuova e la vecchia tecnologia.

 

Per scoprire le prestazioni non ci resta che attendere l’imminente presentazione a Francoforte della versione Concept e la successiva uscita nel 2019, ma per un’auto elettrica di successo ci si aspetta almeno un’autonomia di 400km e una ricarica all’80% effettuabile nell’ora, dati ora raggiunti dalla Nissan Leaf 2018, eletta, a suon di vendite, l’utilitaria elettrica dell’anno. Il prezzo? Attorno ai 30000 € sarebbe in linea con le quote di mercato.

di Rebecca Rossi

Le foto

Altri articoli