30 agosto 2017 - Primo contatto

Volkswagen T-Roc

Il crossover è una categoria sempre più apprezzata e di successo e sulla quale le case automobilistiche lavorano con grande cura. Abbiamo, infatti, già avuto occasione di apprezzare il Q2 di Audi, protagonista di una precedente prova su strada, ed ora è il momento di dare uno sguardo a Volkswagen. Pochi giorni fa la casa ha svelato il suo nuovo modello denominato T-Roc che punta a conquistare le strade della città con tanto stile e personalità.

La T-Roc è compatta: è lunga 4.234 mm, ha un passo di 2.603 mm, che la rende appena più corta di una Golf (3 centimetri), è larga 1.819 mm ed alta 1.573 mm, guadagnando non più di 8 centimetri rispetto alla stessa Golf. Condivide infatti la medesima piattaforma MQB (Modularer Querbaukasten) dalla quale derivano e deriveranno molti dei modelli Volkswagen, tra cui anche un futuro crossover ancora più compatto della T-Roc in arrivo nei prossimi anni. Le dimensioni la rendono perfetta per la città ed ecco allora che, se l’estetica degli esterni è squadrata e massiccia da vero SUV, le personalizzazioni si arricchiscono di colori vistosi e finiture a contrasto, come le luci al LED che incorniciano le prese d’aria anteriori, e si ha infine una colorazione differente per il tetto. L’estetica mira così a creare un’auto personale e vistosa con un pizzico di eccentricità. Anche gli interni sono ovviamente in linea con questo concetto apparendo quanto mai colorati e sbarazzini.

I pilastri che hanno fondato la T-Roc, oltre l’estetica, sono la tecnologia e la sicurezza. Guardando oltre le sgargianti colorazioni degli interni, l’occhio è catturato dalla strumentazione digitale che a richiesta sostituisce il normale quadro strumenti analogico. L’Active Info Display è costituito da uno schermo a colori ad alta risoluzione da 11,7" in grado di fornire una grande quantità di informazioni, per esempio, dati di marcia dettagliati, un’illustrazione grafica dei sistemi di assistenza alla guida e la possibilità di visualizzare al meglio le mappe durante la navigazione. Tale strumentazione è aggiuntiva rispetto al computer di bordo, con rispettivo schermo touch al centro della plancia. Nello specifico è stata posta grande cura per i sistemi di infotainment e connettività con gli smartphone, così da poter utilizzare le applicazioni direttamente dal computer di bordo.

Parlando di tecnologia si parla anche di efficienza e consumi e per quest’auto ci sono alcune soluzioni interessanti. Il motore 1.5 TSI da 150 cv è in grado di escludere due dei quattro cilindri ai carichi parziali, quando cioè non è richiesta tutta la potenza. Il propulsore, che è uno dei proposti in versione benzina, è disponibile in abbinamento sia al cambio manuale a sei marce tradizionale che con quello a doppia frizione DSG a sette rapporti. Mentre il più piccolo 1.0 da 115 cv sarà associato al solo cambio manuale e alla trazione anteriore. Analoga potenza nonché stesso abbinamento cambio/trazione per il 1.6 TDI, entry level della gamma a gasolio. Per chi cerca più sportività sarà invece disponibile un 2.0 litri disponibile con due potenze: 150 cv, il più versatile, disponibile tanto con cambio manuale che DSG, a due o quattro ruote motrici e 190 cv con DSG e trazione integrale. Tutte le versioni dispongono comunque di un selettore per impostare il settaggio dell'auto in base al percorso e alle condizioni di guida così da ottenere il massimo comfort sia dentro che fuori città.   

Se guardiamo alla sicurezza si scopre come già di serie l’auto sia dotata dei più attuali ausili alla guida come il sistema di mantenimento corsia e il controllo di velocità adattivo che anticipano i sistemi di guida autonoma. Si aggiunge inoltre il sistema per la frenata d’emergenza che è in grado anche di riconoscere i pedoni, che frontalmente potrebbero essere colpiti, e automaticamente agisce per evitare l’impatto. Infine si segnalano due sistemi più classici come il park assist, che consente di parcheggiare l’auto, e il sistema blind spot che permette di monitorare l’angolo cieco e assicura maggior sicurezza nelle manovre e nei cambi di corsia.

Da quanto previsto, la T-Roc arriverà nelle concessionarie italiane a novembre con un prezzo che dovrebbe partire da 23000 euro per il benzina con allestimento base.

di Ivan Buffagni

Le foto

Altri articoli