22 giugno 2016 - Primo contatto

Un motore elettrico in più per la NSX Time Attack

La New Sports eXperience, meglio conosciuta come NSX, non si è ancora vista alle nostre longitudini, essendo stata lanciata sul mercato a stelle e strisce dalla Acura (il braccio americano della Honda) solo quest'anno.
Certo l'attesa è stata snervante, se ne parlava dal 2007 e abbiamo iniziato a vederne concept dal 2012, ma qui nel vecchio continente non abbiamo fatto nemmeno in tempo a finire di sbavare per l'acquolina in bocca che oltreoceano già aggiungono un altro motore a questa “supercar del futuro”.


E già, perché al V6 3.5L benzina e ai tre motori elettrici (due davanti e uno dietro) se ne aggiunge un quarto per la nuova configurazione Time Attack (TA) 1 e 2. I cavalli salgono quindi ben oltre i 573, anche se la casa non ha fornito l'aumento esatto.
I due esemplari per ora previsti in tale configurazione Super Handling All-Wheel Drive (SH-AWD) competeranno nella 100a edizione della Pikes Peak Hillclimb, la corsa in salita più lunga, pazza, ostica e “alta” del pianeta.
A fianco alle NSX sregolate (in tutti i sensi, visti i regolamenti assai “liberi” della competizione) delle categorie più elevate si schiererà, quindi, questa versione più umana e verosimilmente spendibile per un immediato ritorno sulla originaria da strada.
Si aggiungono anche un telaio alleggerito e uno scarico da corsa su misura, il tutto sempre abbinato all'esotico 9 marce a doppia frizione.
Nove marce! Quasi il doppio di un'auto comune!


Finora da questa parte dell'oceano siamo stati snobbati, ma la casa ufficiale ha già presentato la GT3 che sfiderà dei grandi nomi come Ferrari, Lamborghini, Porsche, Audi e compagnia sulle piste di tutto il mondo, segno che anche queste case farebbero bene a prendere in considerazione l'integrazione di motori elettrici sulle proprie due-posti sportive (Ferrari, Porsche e McLaren l'hanno fatto solo sulle irraggiungibili hypercar). Che dopo il ritorno-rivoluzione del turbo sulla Ferrari 488 possa arrivare un modello benzina elettrico? Magari a trazione integrale con una soluzione simile a quella della NSX o dei prototipi che corrono 24 ore di Le Mans?
Con i suoi 140.000€ e rotti (anche se il prezzo è solo in $, visto quanto detto prima) la buona novella del Sol Levante si piazza tra la Nissan GTR e  l'Audi R8, ma sembra voler puntare ancora più in alto…

di Enrico Gussoni

Le foto

Altri articoli