6 gennaio 2016 - Primo contatto

Faraday Future vs Tesla

Ha fatto subito discutere la presentazione al Consumer Electronics Show di Las Vegas della Faraday Future FFZERO1 con riferimenti alla “Batmobile” e alla sicura competizione con la Tesla Motors che non hanno aspettato a diffondersi nella blogosfera. La supercar elettrica, che vorrebbe vedere il mercato nel 2020 (quando ormai tutti potrebbero essersene ormai dimenticati) vanterebbe oltre 1000 cavalli di potenza e uno 0-100 in 3 secondi.

Ora proviamo ad affrontare un imparziale confronto tra questo plasticone da salone e quella meraviglia della tecnologia che è la Tesla, la nuova Model E per la precisione…

Innanzitutto bisogna dire che il confronto è lecito almeno nello spirito, infatti dal sito della Faraday Future si scopre che ben quattro dei cinque “team leaders” provengono da Tesla (Nick Sampson, Dag Rechhorn, Alan Cherry,e Tom Wessner, mentre Richard Kim era nella squadra BMW per la i3 e i8).

Ovviamente, entrambe le case incentrano la loro filosofia sulla tecnologia “pulita” e 100% elettrica ma in modo totalmente diverso: la Tesla vuole riuscire a far diventare l'auto elettrica un'opzione credibile rispetto alle attuali, che non costringa a rinunce o compromessi, mentre la proposta della FFZERO1 risulta più interessante dal punto di vista della connettività e della guida autonoma del mezzo (che ora del 2020 potrebbe non essere più una novità)  più di come e quanti cavalli riesce a sfornare. Ora come ora, se mai la vedremo in strada, rischia di diventare solo un altro membro dell'ormai sempre meno esclusivo club delle “cavallerie a quattro cifre”.

Tesla va oltre, con un lavoro che non si ferma alla macchina ma che si muove anche verso come questa abiterà le nostre strade e come verrà prodotta; per questo Tesla lavora ormai da anni ai “Supercharger”, le sue stazioni di ricarica (ormai più di 2000 nel mondo) disposte ogni 300 km in concordanza con le autonomie dei propri veicoli, nonché alla sua futuristica “Gigafactory” su cui tutta l'industria sta tenendo gli occhi puntati.

La nuova Tesla E, già in vendita “test” in Corea del Sud, costa 35.655$, prezzo perfettamente in linea (per non dire vantaggioso) rispetto a molte city-car “full electtric” attuali, e promette di percorrere fino a 320 km con una sola ricarica (di 30' per l'80% ad un supercharger Tesla).

Giusto per aggiungere un ultimo dato, la Tesla Model S (da 71.000$ in su) chiede solo 310 cv per fare lo 0-100 in 4.4” (2.8” con il pacchetto “Ludicrous”), a mostrare quanto suoni poco sensato voler puntare sulla potenza pura con la propulsione elettrica, che da sempre vuol dire “coppia! coppia! coppia!”...

di Enrico Gussoni

Le foto

Altri articoli